WeFree vuol dire
"noi liberi".

Dalla droga, certo, ma non solo.
Dal giudizio degli altri, dalla paura di non essere "abbastanza", dallo specchio, dalla bilancia e da tutto quello che ci impedisce di essere noi stessi.

Essere WeFree vuol dire fare una scelta e sapere anche dire di no.

Blog

Io ero... - WeFree | San Patrignano
Blog
25 Luglio 2017

…quello che doveva sempre dimostrare di essere all’altezza di ogni situazione, che era condizionato da un forte senso di insicurezza e scarsa autostima. Che portava maschere su maschere per nascondere un animo caldo, dolce e sensibile. Che dipendeva dal giudizio degli altri e non era mai se stesso. Che era imprigionato da ansie, angosce, paure e mille paranoie. Che non si godeva mai il presente, perché pensava sempre al futuro. Che non aveva nulla in mano per il domani , perché non aveva concluso niente ieri. Che preferiva stare nel letto a dormire che affrontare la vita e i suoi problemi. Che dentro di sé provava un’incessante rabbia e rancore verso il mondo intero. Che era costantemente tormentato dai sensi di colpa e dai rimorsi per aver fatto o detto qualcosa di sbagliato. Che a fine serata si sentiva pesto come un pugile anche se non aveva mai fatto neanche un incontro. Che non aveva più la forza di credere ed inseguire un sogno.

Ophie è con me - WeFree - SanpaNews
Blog
18 Luglio 2017

Circondata dalle nuvole e dai raggi del sole, volo leggera e silenziosa sopra le terre così rumorose. Mi sento libera e leggera e sembra che la vita da quassù sia meno brutta e dolorosa.
Le funi si tendono ed ecco un vortice di fuoco e un possente rombo esprimere la sua immensa potenza.
Ophie vola sicura seguendo le correnti ascensionali, portandomi lontano.
Lontano da tutto ciò che mi fa soffrire, dai miei genitori, dai miei compagni di scuola, dai miei amici.
Penso di essere una bambina come le altre, ma la realtà ha un altro sapore. Mi chiamo Sophie e purtroppo sono condannata a soffrire per colpa di una società triste che ha paura della diversità.
Ho lunghi capelli castani e tante lentiggini e… .
Lo so non rispecchio i canoni della perfezione, ma spesso mi chiedo cosa ho che non va.
Perché nessuno mi vuole bene? Perché tutti mi prendono in giro?
Perché non posso essere come tutte le ragazze della mia scuola?

Infinito Niente - WeFree
Blog
11 Luglio 2017

Ogni notte quel dannato sogno si presentava alle porte della mia mente. Mi trovavo in una cava di marmo, spingevo un masso di granito e facevo una fatica tremenda. Provavo a spostarlo, ma niente. Non ci riuscivo. Nonostante tutti i tentativi possibili, quel masso restava lì, fermo, al suo posto. Ogni mattina, al mio risveglio, non ricordavo mai il luogo in cui mi trovavo, neppure un dettaglio dell’ambiente circostante. Anche la mia immagine era sfuocatissima. Quello che mi rimaneva, ogni volta, era un senso di pesantezza e di delusione. Restavo lì, a rigirarmi nel letto, schiacciata da un senso di colpa tremendo per avere fallito un’altra volta.

Il mio sogno - WeFree | San Patrignano
Blog
05 Luglio 2017

Sono sdraiato sul letto e guardo le pareti della mia stanza sono piene di poster del mio calciatore preferito. Ma è davvero il mio calciatore preferito???

In effetti, se potessi scegliere io, non giocherei mai a calcio. Il calcio, io lo odio.

Fra un’ora devo andare all’ennesimo allenamento, mio padre mi sta già pressando di messaggi su whats app.

“Hai mangiato leggero?”

“Non andare su quel maledetto skate”

“Non fumare perché altrimenti non riesci a correre”

“Ti passo a prendere fra dieci minuti, fatti trovare pronto”

Basta! Questa situazione mi sta stressando, se solo mio padre mi capisse.

Mio padre vorrebbe che diventassi un calciatore professionista, uno di quelli famosi, uno di quelli che si sposano le veline, uno di quelli con i soldi, ma questo è il suo sogno!

Si spengono le luci - WeFree | San Patrignano
Blog
29 Giugno 2017

Questa storia comincia su un’isola, una bellissima isola. La Sicilia.

Io vengo da lì. Sono nato in una bella famiglia e a me e a mio fratello non è mai mancato niente.

Fin da piccolo avevo una gran voglia di farmi vedere, di essere al centro dell’attenzione, ma mi è sempre mancato il coraggio perché ero molto timido e molto insicuro.

Studiare non mi è mai piaciuto e sapevo che quella non sarebbe stata la mia strada, poi è successo qualcosa: un colpo di fulmine. Ho scoperto l’Hip-Hop e ho capito che la musica doveva assolutamente essere la mia vita.

Rappavo ed ero felice.

2534
2533
2531
2530
2529

Blog WeFree

Io ero... - WeFree | San Patrignano
25 Luglio 2017

…quello che doveva sempre dimostrare di essere all’altezza di ogni situazione, che era condizionato da un forte senso di insicurezza e scarsa autostima. Che portava maschere su maschere per nascondere un animo caldo, dolce e sensibile. Che dipendeva dal giudizio degli altri e non era mai se stesso. Che era imprigionato da ansie, angosce, paure e mille paranoie. Che non si godeva mai il presente, perché pensava sempre al futuro. Che non aveva nulla in mano per il domani , perché non aveva concluso niente ieri. Che preferiva stare nel letto a dormire che affrontare la vita e i suoi problemi.

Ophie è con me - WeFree - SanpaNews
18 Luglio 2017

Circondata dalle nuvole e dai raggi del sole, volo leggera e silenziosa sopra le terre così rumorose. Mi sento libera e leggera e sembra che la vita da quassù sia meno brutta e dolorosa.
Le funi si tendono ed ecco un vortice di fuoco e un possente rombo esprimere la sua immensa potenza.
Ophie vola sicura seguendo le correnti ascensionali, portandomi lontano.
Lontano da tutto ciò che mi fa soffrire, dai miei genitori, dai miei compagni di scuola, dai miei amici.

Infinito Niente - WeFree
11 Luglio 2017

Ogni notte quel dannato sogno si presentava alle porte della mia mente. Mi trovavo in una cava di marmo, spingevo un masso di granito e facevo una fatica tremenda. Provavo a spostarlo, ma niente. Non ci riuscivo. Nonostante tutti i tentativi possibili, quel masso restava lì, fermo, al suo posto. Ogni mattina, al mio risveglio, non ricordavo mai il luogo in cui mi trovavo, neppure un dettaglio dell’ambiente circostante. Anche la mia immagine era sfuocatissima. Quello che mi rimaneva, ogni volta, era un senso di pesantezza e di delusione.

Il mio sogno - WeFree | San Patrignano
05 Luglio 2017

Sono sdraiato sul letto e guardo le pareti della mia stanza sono piene di poster del mio calciatore preferito. Ma è davvero il mio calciatore preferito???

In effetti, se potessi scegliere io, non giocherei mai a calcio. Il calcio, io lo odio.

Fra un’ora devo andare all’ennesimo allenamento, mio padre mi sta già pressando di messaggi su whats app.

“Hai mangiato leggero?”

“Non andare su quel maledetto skate”

“Non fumare perché altrimenti non riesci a correre”

“Ti passo a prendere fra dieci minuti, fatti trovare pronto”

Si spengono le luci - WeFree | San Patrignano
29 Giugno 2017

Questa storia comincia su un’isola, una bellissima isola. La Sicilia.

Io vengo da lì. Sono nato in una bella famiglia e a me e a mio fratello non è mai mancato niente.

Fin da piccolo avevo una gran voglia di farmi vedere, di essere al centro dell’attenzione, ma mi è sempre mancato il coraggio perché ero molto timido e molto insicuro.

Studiare non mi è mai piaciuto e sapevo che quella non sarebbe stata la mia strada, poi è successo qualcosa: un colpo di fulmine. Ho scoperto l’Hip-Hop e ho capito che la musica doveva assolutamente essere la mia vita.

Facebook

Twitter