Chi vuole essere felice?

Sono sempre stato un materialista. Il problema più grande della mia vita – racconta Dario – era apparire. Schiavo e succube del pregiudizio, vivevo in funzione degli stereotipi che la nostra società ci mette di fronte e a causa dei quali non riuscivo a guardare più in là del mio naso”. Sta appoggiato al muro di cinta del canile di San Patrignano con le mani giunte e le dita incrociate. Fissa il vuoto davanti a sè. Raccoglie le idee perché non è facile rispondere, soprattutto quando conosci una persona come Abramz. Lui ha perso i genitori all’età di 7 anni […]

Leggi tutto

Marco: sono lì

Sono li, dietro quel palco che mi sembra enorme, le voci mi entrano dentro fino in fondo allo stomaco, le risate ingenue sono disarmanti, il tempo sembra essersi fermato, i ricordi tornano a quello che ero, chiudo gli occhi e alzo la testa verso il soffitto di quella stanza che in un istante insieme a quelle grida di gioia che arrivano da fuori si trasforma in un sogno. Non sento più è nulla, le mani il cuore, ho smesso perfino di respirare e poi la porta si apre. Sento la mia voce nel video…salgo le scale nel buio della sala […]

Leggi tutto

Fai un salto con noi

I ragazzi di San Patrignano, coordinati da Alberto Giuliani e Andrea Amato dell’agenzia fotografica LUZPhoto, raccontano il WeFree Days attraverso una serie di ritratti “in movimento”. Nel set fotografico allestito fuori da Forumio, sono tutti invitati a farsi fotografare “in salto”, per superare tutti gli ostacoli ed essere più leggeri e liberi.

Leggi tutto

Achim: guardarsi dentro

Wefree day, non so cosa è stato per voi, per me è stato un punto di partenza, perché è stato l’anno scorso durante quest’evento che sono entrato a far parte di questo progetto di prevenzione. So che questo potrebbe non interessarvi, ma dovete sapere che prima di raccontare la storia a voi, ho dovuto raccontarla a me stesso ed accettarla. Non avevo mai voluto guardarmi dentro, provavo solo rabbia e quasi non conoscevo il motivo. Ora mi è tutto chiaro e ho voluto condividerlo con voi, UN PERCHE’ C’E’ SEMPRE, GUARDATEMI NEGLI OCCHI.

Leggi tutto

Fifteen, storie di pane e di riscatto

Una possibilità. Più il tempo passava, più diventava per Ebou una parola remota, irraggiungibile. “Circostanze avverse” pensava con un briciolo di ottimismo rimasto. Ma la precarietà si trasformava sempre più in un mostro che inghiottiva tutto, casa, scuola, lavoro, sopravvivenza. “Homeless” dice ricordando gli inizi. E un alone di tristezza gli appanna lo sguardo. Era arrivato a Londra dal Gambia con la madre quando aveva 13 anni. Di certo la sua non è stata un’adolescenza facile. Eppure non si è rassegnato. Dieci anni dopo, oggi, è a WeFree Days per raccontare la sua storia insieme ad altri 4 ragazzi di […]

Leggi tutto

StreetUniverCity: non pezzi di carta ma scuola di vita

Napoli, anni 80. Una città dura, implacabile, violenta, dove la paura insieme alla legge del più forte spazza via dalle strade ogni forma possibile di aggregazione attorno alla creatività. Inizia qui il viaggio, ideale e reale, di Giò Di Sera, oggi 46enne, cofondatore e presidente di StreetUniverCity dopo essere stato tra i pionieri di quel nomadismo culturale e cosmopolita che a Berlino ha trovato casa. Qui ha scelto infatti di creare la onlus che opera per tutti quei ragazzi che hanno abbandonato la scuola ma non hanno rinunciato al sogno di esprimere se stessi. “A WeFree Days siamo venuti con […]

Leggi tutto

Lando: eccoci di nuovo qua

Avete presente quella sensazione in cui ti si stringe lo stomaco, quando ti iniziano a sudare le mani, e in cui ti senti un po’ ridicolo perché qualsiasi cosa esce dalla tua bocca non sei tu a parlare ma solo le tue emozioni? Io la conosco bene, ormai ci ho fatto l’abitudine. Sono sempre stato timido e sensibile, e di questo me ne sono sempre vergognato. Tra un po’ mi troverò davanti a più di mille studenti a raccontargli tutto di me, ma la cosa bella e che non sarò da solo, con me ci sarà il mio amico Marco, […]

Leggi tutto

Pippo Baudo

Conduttore televisivo, ma soprattutto uno dei padri fondatori della televisione italiana. Tredici volte presentatore del Festival di Sanremo è un grande scopritore di talenti, tanto da ripetere spesso la frase “L’ho inventato io…”, è padre artistico di personaggi quali Beppe Grillo, Heather Parisi, Lorella Cuccarini, Andrea Bocelli e Giorgia. Al WeFree Day premierà anche i ragazzi che hanno vinto il concorso

Leggi tutto

Dynamo Camp

Dynamo Camp è un camp di terapia ricreativa, primo in Italia, appositamente strutturato per bambini affetti da patologie gravi o croniche in terapia e nel periodo di post ospedalizzazione. Ogni anno in Italia più di 10.000 minori sono affetti da patologie gravi e croniche. Questi bambini devono sottoporsi a terapie spesso invasive e di lunga durata, che li costringono a trascorrere molto tempo in ospedale. Staff e volontari svolgono un ruolo fondamentale all’interno del Camp, rendendo possibile lo svolgimento del programma e condividendo con i ragazzi ogni aspetto dell’esperienza.

Leggi tutto

Alessandro D’Avenia

Definirlo scrittore è riduttivo. Aggiungere che è insegnate, non è ancora sufficiente. D’Avenia è un 35enne che vive soprattutto di passioni che ama trasmettere agli altri. Lo fa quando è a scuola con i suoi alunni, ma anche attraverso i suoi romanzi “Bianca come il latte, rossa come come il sangue” (Mondadori 2010) e “Cose che nessuno sa” (Mondadori – 2011). Fondamentali nella sua vita la sua famiglia, con duefratelli e tre sorelle, e alcuni incontri con persone speciali, fra cui don Pino Puglisi.

Leggi tutto

DJ Intrallazzi

La carriera musicale di Intrallazzi inizia negli anni 80,quando fonda gli FPI PROJECT (Rich in Paradise 1989), con cui conquista le classifiche di tutto il mondo vendendo circa 4milioni di singoli. Nel corso degli anni il suo sound si è evoluto diventando sempre più elettronico e all’avanguardia proponendolo da anni nei più importanti club italiani e stranieri. Dal 2000 crea il progetto THE CUBE GUYS con il quale partecipa ad eventi mondiali come gli STEALTH Parties, AZULI sessions, NERVOUS Events e il RED&PASSION Event al fianco di Tiesto. Grazie ai vari successi ottenuti negli anni sta girando il mondo all’interno […]

Leggi tutto

Pasquale Pozzessere

Abbandona gli studi scientifici e di medicina per consacrarsi al cinema. Dopo un periodo da assistente alla regia per Pupi Avati e Francesco Maselli, esordisce da regista e sceneggiatore di mediometraggi e documentari. Nel 1991 fonda una casa di produzione, la Dernier film, con la quale produce e realizza il suo primo lungometraggio: Verso sud. Da quel momento diversi i film che descrivono la società, la famiglia, l’emarginazione e situazioni di disagio. Nel 2010 gira il film Cocapop in cui racconta tre storie di dipendenza dalla cocaina di tre generazioni differenti. A San Patrignano presenta il suo nuovo progetto 15anni.com.

Leggi tutto