Skateistan

Skateistan

Afghanistan: guerra e povertà. Al sorgere del sole il pensiero di un bambino di Kabul non è fare colazione, guardare i cartoni animati ed andare a scuola. L’obiettivo che porta quei bimbi in fondo ad ogni giornata è lavorare per sopravvivere, senza conoscere nè sogni nè speranze.

Poi, un giorno di qualche anno fa, un ragazzo australiano sbarca a Kabul per seguire la fidanzata volontaria e porta con sé le sue tre tavole da skate. I bambini, incuriositi, si avvicinano, lo osservano, e alla fine lo imitano.

Nasce così Skateistan, un luogo dove i bambini scoprono il diritto di giocare, di imparare e provare a vedere il mondo con occhi diversi.