la mia storia

volevo raccontare cosa mi è successo in una sera d'estate mentre ero con dei miei amici a ballare...
quel giorno i miei amici mi hanno salvato la vita perchè io ero molto ubriaco e volevo andare a tutti i costi a casa in motore... fortunatamente loro mi hanno fermato e hanno chiamato mio babbo che mi è venuto a prendere... quel giorno mi sono sentito malissimo e anche il giorno dopo così ho pensato d smettere di bere ma dopo che sono passati 3 o 4 mesi senza bere sono tornato in discoteca e ho riniziato a bere però la lezione mi è servita perchè ogni volta che devo bere ripenso a quella volta e mi trattengo dal bere troppo...

ritratto di Anonimo

non dico che è un problema...

non dico che è un problema... dico solo che se inizio poi bevo cioè bevo quei drink gratis ke danno e poi quelli che mi fanno assaggiare tutti gli amici... ade è da 1 po che mi sto riuscendo a trattenere... cambiando discorso... perchè ce l'avete tanto con sti censuratori?

ritratto di Anonimo

happy bar

Beh, se dici che non è un problema, che ti sai trattenere, che ti capita solo all'happy bar, e solo d'estate, basterebbe non andarci.
E anche il ripensare alle volte in cui sei stato male è una cosa utile, serve a trattenerti dal ricascarci.
E se poi ti trovi in quelle situazioni perché ci vanno quelli della tua compagnia, e ti prendono in giro se tu non fai quel che fanno loro, beh, questi "amici" hanno davvero poco rispetto di te. E anche tu dovresti far valere di più la tua autostima e, se non altro, scegliere degli amici che hanno abitudini più sane.

E per quel che riguarda i censuratori (o, forse meglio, con i provocatori), nessuno qui ce l'ha con loro, qui vogliamo bene a tutti.

Un carpentiere

ritratto di Anonimo

amici

non è che se non bevo non mi rispettano... solo che se siamo in compagnia almeno uno sciortino ce lo facciamo quasi tutti... poche volte quando loro bevono io non lo faccio... poi quando offrono è difficile rifiutare

ritratto di Anonimo

Fidati...

Ciao Enry, tu il primo grande passo l'hai fatto scrivendo su questo forum e confessando la tua debolezza. Conosco tante persone che si considerano libere ma ahime hanno tanti diavoli in corpo che non si riesce a contarli... Fidati di quello che nel mio piccolo oso consigliarti, non sentirlo come un problema è già un atteggiamento errato. Ti posso assicurare che mio nipote imbottito di coca... continua a dirmi che non era un problema... e che poteva smettere quando voleva, magari cambiando compagnia... Ebbene sono passati sette anni da quando mi raccontava queste storielle, in mezzo a questi anni ci sono stati tanti amici vecchi e nuovi, tante ragazze e quattro amici che non sono più tra noi. Sei sulla strada giusta, non fermarti. Stai mettendo a dura prova la tua coscienza è questo senz'altro potrà aiutarti nelle scelte importanti che ti toccherà fare, perché ti assicuro da solo non puoi farcela. Rivolgiti a qualsiasi Comunità di aiuto, evita quelle che raccontano favole... perché entrare nel tunnel é semplice... uscirne no!!!
Un abbraccio
Lello

ritratto di Anonimo

Lello

Ciao Enry sono tante le storie come le tue che purtroppo in molti non hanno potuto raccontare... Ti vorrei far riflettere sulle belle persone che sono i tuoi amici, come tu dici, "fortunatamente ti hanno fermato".... Non dimenticarti mai, che spesso non avrai sempre vicino "belle persone" oppure i tuoi genitori, quindi ti consiglio di guardarti allo specchio e far ripartire l'autostima, arma unica ed individuale che è sempre con te. Il forum è aperto a tutti, non sempre riceverai buoni consigli.. Oggi il problema dell'alcool, devastante anche più di altre droghe, deve essere affrontato in modo serio, devi affidarti a Comunità ad Hoc. Credo che Sanpa sia il top in Italia per combattere il disagio in genere, perchè di ciò si tratta, poi la "medicina" che si usa usa può essere diversa. Quindi affidati alle Associazioni collegate o direttamente a Sanpa, non potresti fare una scelta migliore.
Un abbraccio

ritratto di Anonimo

discoteca

il problema non è riuscire a stare senza bere il problema avviene quando vado in discoteca o d'estate in un posto che si chiama happy bar... perchè senò riesco bene a non bere..

ritratto di lasilvia

ciao enry! ma perchè in

ciao enry! ma perchè in discoteca o al happy non riesci a non bere? cioè cosa c'è di diverso lì,rispetto ad altri posti, che ti induce a bere??
silvia

ritratto di Anonimo

happy bar

semplice... visto che dopo vado quasi sempre in discoteca bevo li perchè costa solo 1 euro e sono in compagnia... in altri posti no xk magario o costano troppo o non ho voglia di bere...

ritratto di lasilvia

enry ma di quanta roba stiamo

enry ma di quanta roba stiamo parlando? cioè quanto bevi? tipo torni a casa tutti i sabato o quasi ubriaco?!

dunque...il tuo problema è che non sai dire di no giusto? ma cos'è che ti impedisce di rifiutare quello che ti viene offerto se dentro di te sai che non dovresti bere così tanto? hai paura che i tuo amici ti guardino male o di non divertirti abbastanza?

silvia

ritratto di Mill

Lascia perdere Enry, sei nel

Lascia perdere Enry, sei nel posto sbagliato, per loro l'alcool non è una droga è un ALIMENTO...hai letto bene, UN ALIMENTO!
Quindi mettiti l'anima in pace, loro l'alcool lo producono in quantità industriali non potrebbero accettare chi ha problemi di alcool se non a patto di entrare in contraddizione con il loro impianto ideologico.
Il mio consiglio è di affidarti a persone qualificate e preparate, non ad ex tossici che traggono la loro legittimazione a parlare dal solo fatto di essere stati tossici.
Questa è la mia esperienza, spero di poterti essere stato utile.
Ciao e buona fortuna!

Ps: complimenti Mod per la censura, vi rivelate semplicemente per quello che siete, incapaci al dialogo e censuratori da 4 soldi.

Mill

ritratto di Anonimo

la mia storia

Cara Mil, è da un po' di tempo che leggo i tuoi interventi su questo Blog, e mi pare assodato che S.Patrigano come comunità non raccolga le tue simpatie, e se mentre all'inizio ci poteva essere un confronto sufficentemente sereno, oramai si è passato all'ostilità più assoluta, tant'è che il tuo accanimento sul moderatore,persona titolata a farlo,mi pare un pò la fotocopia degli scontri verbali a cui assistiamo tra gli am ici del cavaliere e i suoi nemici,politici e giornalisti compresi;questo perchè alla fine tutti pernsiamo di essere portatori della verità e tutto il resto è merda,io penso semplicemente che Sanpa fà la sua parte e dico che la fa bene visto che esiste da svariati anni e continua a crescere. e certo nopn potrai dire che ha il favore di tutti, basti pensare che ai processi di Vincenzo Muccioli, e anche lì si è assistito ai diversi schieramenti, in quanto ai professori come tui dici e io ci metto anche gli studenti in ogni città in cui si recano i ragazzi della comunità a portare i varii spettacoli è sempre un successo di pubblico,ma cosa più importante di partecipazione attiva, e ultimo ma non ultimo pensa alla giornata "WEFRE" dove arrivano in comunità ragazzi da tutto il mondo a portare la loro testimonianza su tutto ciò che è disagio giovanile e non solo la tossicodipendenza;infine testimonianza personale mio figlio tossico è lì da due anni ed io, e ti prego di credermi solo sulla mia parola,parola di genitore è cambiato e sta cambiando in meglio.Concludo Mil con l'argomento con cui sei entrata i percorsi alternativi e mi pare che tu parlavi di un'erba di cui non ricordo il nome, ebbene dato che io pernso do essre un tipo a cui piace ascoltare più campane mi sono fatto un giretto su internet e guarda caso anche su questa erba i pareri e gli studi fatti erano contrastanti chi diceva che risolveva il problema ed altri che la ritenevano assolutamente inadatta a curare la tossicodipendenza,a poi ho anche scoperto che il tipo che per prima ne ha fatto uso e che in effetti si è anche disontossicato ha poi pensato bene di sfruttare il fatto e pare che viaggi a quarantamila dollari per una serie di sedute,per cui Mil vedi che non solo Sanpa come dici tu sfrutta ma anche altri Un salutone By Massimo un genitore che malgrado tutto a Sanpa ha trovato la risoluzionme del problòema TOSSICODIPENDENZA.

ritratto di Anonimo

D'accordo

Sono assolutamente d'accordo. Le continue provocazioni che da un po' di tempo questi tizi stanno portando avanti sul forum sono solo pregiudiziali e ideologiche. Non si preoccupano mai di dare consigli a chi ha bisogno d'aiuto ma solo di demolire il, a loro dire, male assoluto che è San Patrignano. In questo mondo qualunque cosa fa qualcuno, per qualcuno altro è sbagliata. Ecco, quel che io penso è che, perlomeno, San Patrignano fa. Certamente di più di quelli che stanno tutto il giorno ad attaccarla sui vari forum.
Al weFree Day c'ero anch'io e penso che a certi personaggi non farebbe male se partecipassero pure loro.
Auguri Massimo e speriamo che siano sempre di più le persone che sanno andare oltre alle chiacchiere.
FR da Roma

ritratto di erlinda

Enry anche io sono d'accordo

Enry anche io sono d'accordo con Mill, se davvero l'alcool per te è un problema rivolgiti a dei specialisti e qui sei sicuramente sei posto sbagliato! Ps. Mill il moderatore fa quello che da sempre fa san patrignano, censurare la verità e farla passare come provocazione! A Breve Giancarlo Mogavero scriverà su questo e altri forum la sua " meravigliosa esperienza" a san patrignano! Saluti

ritratto di Mill

Sicuramente il moderatore

Sicuramente il moderatore troverà un pretesto per cancellare la verità.
Mi auguro solo che chi passa per il forum, le professoresse, le mamme, gli operatori possano avere il tempo di leggere queste testimonianze prima che la spada della censura si abbatta su di esse.
Ancora complimenti Mod, a te e a chi sta sopra di te.

Mill

ritratto di Anonimo

Mah...

Mettetevi pure il cuore in pace, voi due, che le professoresse, le mamme e gli operatori sanno benissimo a chi far riferimento.
I vostri sproloqui altro non rivelano che la cosa più meschina di tutte: confondere chi è in difficoltà.
Ci fosse un'indicazione, un suggerimento, qualcosa di utile a chi chiede aiuto. No, solo un'inutile blabla, messo in atto da chi non trova altra strada per coprire le proprie inefficienze e la propria incapacità di dare una risposta, per qualunque essa sia. E' il trionfo dell'inutilità, così evidente per chi è in cerca di aiuto e così occulto a chi nell'inutilità trova la propria ragion d'essere.
E se ciò porta ai tagli del moderatore, altro non posso fare che applaudire. Finalmente un'azione utile.